Piantine 2019-02-12T14:46:41+00:00

La pianta di canapa

La canapa è la più antica pianta utile e ornamentale del mondo. La canapa era usata come rimedio già da 3.500 anni e rappresentava la coltura più coltivata al mondo fino alla seconda metà del 19 ° secolo.

Le foglie di cannabis venivano utilizzate sulle ferite, usate contro la malaria, reumatismi e disturbi mentali. Già nel 19 ° secolo, quasi tutti i campi di applicazione erano già conosciuti.

Varietà di cannabis e modalità di azione

Ogni ceppo di cannabis ha una composizione specifica di cannabinoidi e terpeni. I cannabinoidi meglio studiati finora sono il tetraidrocannabinolo e il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD) come il componente non psicoattivo più importante della pianta.

Gli studi clinici mostrano l’effetto dei fiori di cannabis ricchi di THC nella perdita di appetito e di peso correlata alla malattia, come nei pazienti con HIV e cancro, così come l’influenza positiva della nausea e del vomito come effetto collaterale della chemioterapia. Gli effetti positivi dei fiori di cannabis nel dolore cronico, nella spasticità, nei disturbi del movimento, nell’asma e nel glaucoma sono considerati ben stabiliti. Gli effetti benefici sono discussi in alcune forme di epilessia, depressione e vari sintomi di astinenza (oppiacei, alcol, ecc.).

Cannabis indica, Cannabis sativa e Ibrido

Ceppi specifici della pianta di cannabis, vengono sempre più utilizzati per la composizione di medicinali. Questo sviluppo sta cambiando la produzione e l’uso dei cannabinoidi in medicina, perché ciò che funziona verrà sempre più utilizzato in futuro. La conoscenza delle differenze delle varietà e dei loro effetti è decisiva nello sviluppo di nuovi ceppi. Essenzialmente, ci sono tre ceppidi cannabis:

  • La cannabis indica è una piccola pianta cespugliosa dall’effetto rilassante e sedativo, utilizzata ad esempio nell’insonnia, negli spasmi muscolari e nel dolore.
  • La cannabis sativa è una pianta grande con un lungo periodo di fioritura, ha un effetto antidepressivo e stimolante, utilizzato ad esempio nell’ADHD, nella depressione e nell’affaticamento.
  • Il terzo ceppo è costituito da ibridi, incroci tra Cannabis sativa e indica.